Hai bisogno di un consulente per mettere un C.R.M.? (CRM= Customer Relationship Management). Sembrerebbe di no, a prima vista. Vero che l’hai pensato?  I C.R.M. sul mercato sono noti, a partire dai #one: SalesForce ed HubSpot per poi andare verso soluzioni di altro genere. Ci sono altre buone soluzioni e ce ne sono altre davvero poco valide. Alcune anche obsolete.

Sono tutte piattaforme saas (software as a service) ed ogni video promozionale che hai visto ti ha dato la percezione che siano macchine magiche, che faranno scintille per te e per la tua azienda.  Ed è vero.

Qualcuno ti ha anche detto che il CRM è gratis (si gratis! E proprio HubSpot, il #1! ). E anche questo è vero.

Un consulente 4.0 ti aiuta a scegliere il C.R.M. giusto per te

Ci sono grandi differenze però, non solo tra una piattaforma e l’altra, ma anche all’interno di un unico CRM.  HubSpot, per esempio, solo per la parte C.R.M. ha una base gratuita, ma per farne quello che è la potenzialità di un C.R.M. non ti puoi fermare lì. 0gni pezzo che aggiungi ha un costo, fino ad arrivare ad alcune migliaia di euro al mese nei casi di aziende B2C.

Ci sono una infinità di piani tariffari nei quali, anche il tuo IT Manager avrebbe problemi ad orientarsi e che comunque ha senso far “scattare”, ma mano che si configurano le sue parti e man mano che si acquisisce dimestichezza con lo strumento.

Inutile aprire l’account prima di avere mappato i processi, per esempio.  Inutile scegliere il piano tariffario prima di avere chiarezza sui processi e sulla strategia. Un’ idea però bisogna farsela.

Un consulente 4.0 ti fa seguire i giusti passi verso il tuo C.R.M.

I giusti passi verso il tuo C.R.M. vuol dire andare verso una macchina proporzionata alle tue esigenze e non prendere qualcosa che non le soddisfi. Aprire un account, quindi, non significa quasi nulla. La piattaforma va configurata in base ai tuoi processi e avendo ben chiaro qual è un budget assumibile sul lungo periodo dalla tua azienda e soprattutto, qual è la tua strategia.

Un consulente 4.0, ha chiarezza di cosa può fare un C.R.M., in termini generici, e anche ogni specifico C.R.M. cosa può fare e a quale prezzo. Il C.R.M. è uno strumento poliedrico e il cuore della questione è fare un Assessment AS IS della tua azienda, la base clienti, in termini numerici, il numero di utenti che lo utilizzeranno e capire cosa vuoi ottenere dal marketing automation, potentissimo che HubSPot, per esempio, ti può dare (cosa ti serve veramente?). Avere a fianco il team di un consulente 4.0 vuole dire preservarsi da brutte sorprese.

Un consulente 4.0 per prima cosa esamina i bisogni della tua industria in relazione al C.R.M.

E’ importante scegliere la giusta macchina con cui fare il tuo viaggio. Alcune scelte, quando si indietreggia perché si è fatto un errore, sono dolorose. Un consulente è la tua garanzia di fare le cose per bene, ma come avrai capito leggendo fin qui, il costo di un consulente 4.0 viene ampiamente compensato dal risparmio che avrai nell’evitare gli errori e nel mettere a frutto in tempi rapidi la piattaforma.

Certo, ti serve un buon consulente 4.0, non il primo che passa.  Un’azienda che di C.R.M. ne ha configurati tanti, di ogni tipo, per tante tipologie di aziende. Un consulente 4.0, onesto,  che sappia anche indirizzarti altrove se la tua azienda esula dalle sue capacità di carico di lavoro. Un consulente 4.0 che lavora in team con altre professionalità e che è in grado di rendere la tua esperienza di transito verso queste piattaforme, non solo indolore, ma anche piacevole e facendoti spendere il giusto senza inutili sprechi.

Un consulente 4.0 per le aziende del mondo dei metalli vede il C.R.M. per l’aiuto che può dare

Un consulente 4.0 che opera per le aziende del mondo dei metalli ha ben chiaro che il B2C ha dinamiche diverse. Per un’azienda può avere senso fare lead generation, per un altra invece può avere senso validare un mercato estero o generare contatti per i propri distributori. Per un’altra ancora, il focus potrà essere sul rendere il customer service un valore aggiunto per il cliente anziché il luogo a cui “reclamare”.  Per altre aziende, il C.R.M. sarà lo strumento con cui indurre un cambiamento organizzativo e di mentalità. Anche far sfruttare uno stand in Fiera in un modo nuovo potrebbe essere un obiettivo aziendale che il C.R.M. faciliterà.

Hai bisogno di un consulente 4.0 per mettere un C.R.M.?

Direi che la risposta, visti i temi sopra esaminati sia sicuramente affermativa, per:

  • identificare il giusto prodotto
  • identificare il giusto piano tariffario
  • risparmiare sul prodotto
  • viaggiare veloce
  • ricevere formazione sul prodotto e sul suo utilizzo
  • acquisire presto una indipendenza

E se il Consulente Aziendale 4.0 vedrà che il C.R.M. è prematuro per te, per la tua azienda o addirittura non utile, ti potrà proporre altre soluzioni per migliorare le vendite, mentre fate i passi necessari a preparare l’avvicinamento dell’inbound nella tua organizzazione.

Ne vogliamo parlare?

 

Autore: Rosa M. Mariani – rosam.mariani@pinksolution.it

Consulente per l’industria dell’alluminio e per le industrie correlate | Mappatura processi | Gestione Social Media | Mentoring 1-2-1 | E-commerce-manager | Copywriter | Consulente Aziendale 4.0 | Chief Digital Officer | Metodo Digital Building Blocks | Esperta nell’efficientamento di processi organizzativi e di vendita | Engagement Manager